Balcani Cooperazione Osservatorio Caucaso
sabato 19 settembre 2020 01:04

Osservatorio Balcani
 

Commenti dei lettori all'articolo: Questioni adriatiche

(1-10/32)

Messaggi mostrati: 
Message Autore: Stefano Data e ora: 12.03.2008 09:12
devono rinunciare
Ciao io vivo a zagabria, hanno troppo orgoglio i croati tanto che morirebbero per il loro nazionalismo. Io come italiano vedo meglio la croazia dentro unione, anche perche disturba il nuovo controllo alle dogane slovene,che ti fa passare la voglia di viaggiare.
 
Message Autore: Flavia PILASTRO Data e ora: 21.02.2008 16:39
Croazia antidemocratica
La Croazia non solo deve annullare la legge sulla ZERP, ma anche quella relativa alla nazionalizzazione dei beni italiani in Istria. La giustizia è latente tanto che il Tribunale di Buie non è riuscito ancora, dopo 2 anni, ad emettere una sentenza relativa alla restituzione della mia casa di Karigador (mai abbandonata) e nazionalizzata nel 1974 da Tito. Non sono nè profuga, nè esule ed ho sempre abitato nella mia casa, come inquilina del Comune di Verteneglio che ne è diventato proprietario, senza che io la avessi venduta. Come è possibile far entrare in Europa simile gente che non è capace di abrogare queste inique leggi? Il Commissario all'Allargamento (Ollii Rehn) è a conoscenza di questi soprusi che, nel campo immobiliare, assommano a circa 500 casi solo nella regione istriana? Mi auguro e spero che Voi possiate segnalare queste "perle" della Repubblica di Croazia. Ringrazio per l'attenzione. Flavia PILASTRO
 
Message Autore: Manlio Data e ora: 06.02.2008 17:35
Nema problema
Dire che Mesic è uguale a Milosevic è un'opinione. La mia opinione è ben diversa ma è vero che non conosco i fatti per averli vissuti direttamente. Se tu sei al corrente di fatti che comportano una responsabilità di Mesic nella "distruzione del tuo paese" faresti bene ad andarlo a riferire all'Aja, prima che chiuda. Come del resto ha fatto Mesic nei riguardi di Glavas & C. Anche l'antilope e l'orangotango vivono nello stesso habitat ma, sperando tu non ti senta offesa per l'orangotango, non assumono necessariamente gli stessi ruoli. Pur nell'estrema difficoltà della situazione creatasi all'inizio degli anni '90 vi erano alcuni gradi di libertà per le coscienze e Mesic, a mio parere, lo ha dimostrato. Certamente in situazioni di quel genere non sopravvivono i polli; geneticamente predestinati. Bari è un posto qualunque all'interno del territorio italiano, come Palagruza è all'interno delle acque croate. Il 10 febbraio è la giornata del ricordo che però è ricordo esclusivo dei torti subiti, scisso dal ricordo di un inguaribile colonialismo di cui l'Italia, come dimostra anche questo episodio, è ancora intrisa. Chissà quanto potrebbero apprendere, gli irosi croatacci, nell'ammirare la serafica, compostissima reazione degli italiani di fronte ad una provocazione simile a quella che fu la cosiddetta impresa di Buccari, purtroppo la Croazia non dispone di nessun poeta del livello di un D'annunzio.
 
Message Autore: jasmina Data e ora: 05.02.2008 10:18
Perchè a Bari?
Manlio caro,scusami, ho un miliardo di cose da fare, per cui ti rispondo solo ora. Il tuo messaggio mi ha fatto molto ridere, ho sempre piacere di conversare con te. Non entro nel merito delle tue osservazioni, legittime ma oppinabili. Una cosa: Mesic è identico a Milosevic, solo che al volo ha capito le cose e si è trasformato nella colomba della pace, è un furbachione e ripeto, mi ha distrutto il paese, per cui per lui non ci sono attenuanti. Penso il nodo cruciale della nostra disputa sta nel fatto che tu hai un punto di partenza totalmente diverso dal mio. Di conseguenza, la nostra visione di quel conflitto è radicalmente diversa. Tu, però, non rispondi con gli argomenti, ma con le oppinioni. E come se tu guardassi Roma dal Pincio e io dal cupolone di San Pietro! Spero che prima o poi le nostre panorame possano diventare complementari. Una curiosità: perchè a Bari e perchè il 10? Bok, darling.
 
Message Autore: bioux Data e ora: 03.02.2008 17:43
zerp
zerp e nostro! (zerp je nas!!!)
 
Message Autore: Manlio Data e ora: 31.01.2008 20:02
Grrrrrrrrrr!!!!
Drag(h)issima Jasma, volevo evitare di risponderti ma tu riesci sempre a farmi "ustasciare" e non chiedermi perchè, ... che tanto lo sai benissimo. 1) continui a guardare solo indietro 2) inserisci di piatto una serie di valutazioni assolutamente discutibili ma presentate in modo tale da essere di difficile confutazione 3) sei profondamente ingiusta nei riguardi di Mesic 4) per le premesse che poni non affermi che tutti i croati siano ustasa solo perchè se fosse vero allora tutti i serbi sarebbero cetnici 5) non puoi sapere come respiro, anche perchè ho passato gli ultimi vent'anni della mia vita a fare yoga (e ti assicuro che serve!) 6) l'argomento oggetto dei commenti era e resta: "questioni adriatiche" e a questo punto io, naifement, manderei un bel peschereccio croato a pescare al largo di Bari ... magari il 10 febbraio.
 
Message Autore: jasmina Data e ora: 31.01.2008 17:33
thank's danny
ci mancherebbe che consideri tutti i croati ustacse! Noi siamo legati in un modo quasi perverso gli uni agli altri, una sorta di rapporto incestuoso, che ti devo dire. Sapiamo come l'altro respira e in fin dei conti siamo uguali. Solo che noi siamo serbi (hahahahaha!). Questo è solo una piccola zahebancija tra me e Manlio, ci conosciamo noi due molto bene. E' un bravo ragazzo che si prende un pò troppo sul serio, gli voglio molto bene. besos danny
 
Message Autore: danijel Data e ora: 30.01.2008 20:18
toooo
bravo Jasmina. Ma non tutti croati siamo ustase. Così come l'HDZ di oggi non è più quello di tudjman, e gli emigrati non sono tutti uguali. Per il resto hai ragione, sottoscrivo in pieno
 
Message Autore: jasmina Data e ora: 30.01.2008 15:08
così è se ti pare...
Si, ci siamo quasi, Manliuccio caro. Tutti possono andare a pescare a Palagruza, ma non tutti i croati possono andare a pescare nel Mediteraneo (hebiga!) Mesic è un fascista evoluto (non gli perdonerò mai la dichiarazione nella seduta del parlamento croato: "Signore e signori, io il mio dovere l'ho fatto. La Jugoslavia non esiste più."). Dovrebbero stare attenti nella UE con lui, se è riuscito a distruggere la Jugoslavia potrebbe farcela anche con l'Europa (dis)unita. E tu, tu sei naif.
 
Message Autore: Manlio Data e ora: 29.01.2008 22:06
Concludendo...
Quindi se la ZERP si trova nell'Adriatico e questi nel Mediterraneo allora chiunque può andare a pescare a Palagruza e se è vero che non tutti i naifs sono croati allora Mesic è un fascista. Adesso si che ci siamo!!
 
  | < 1 >  2  3  4  Successivo >>